Maturi sì, da soli mai.

Era l’estate del 2015 e per la prima volta odiavo il caldo, sudavo sui libri ma per i motivi sbagliati. In una coordinata spazio-temporale indefinita osservavo il Mondo dalla finestra della mia stanza, seduta alla scrivania dimenticavo dove ero cosa stavo facendo.