complotti

Le trappole del potere dominante: i complotti

I complotti esistono e sono tanti; ma i “cercatori di complotti” non li individueranno mai, perché perdono tempo dietro alle ignoranze storiche

Nel secolo scorso, il 2000 era stato immaginato, dalle migliori menti di creatori fantascientifici, come futuristico, con macchine volanti, intelligenze artificiali, all’avanguardia sotto ogni aspetto.

Quella in cui ci troviamo, nel 2017, è una società che rimetterebbe al rogo le Streghe di Salem, ricomprerebbe le indulgenze (o forse lo fa ancora?). Una società progredita sicuramente dal punto di vista cronologico (per ovvi motivi) ma dal punto di vista culturale?

La società della rete e dei social network è una società pericolosa, perché vittima per ignoranza (ma non solo) di quelle che sono chiamate “teorie del complotto”.

Questo termine fu utilizzato per la prima volta dopo l’omicidio Kennedy. Ma perché è nato questo fenomeno?

La società americana nacque da un moto di indipendenza in cui la democrazia ricoprì il ruolo centrale. Unico detentore del potere è sempre stato il popolo.

Il governo e gli organi statali devono soltanto difendere la popolazione dagli attacchi esterni. E soprattutto, devono evitare la formazione di conflitti sociali. Se c’è conflitto sociale, c’è una falla nella società.

Di conseguenza bisogna trovare il colpevole di questa rottura, così che possa essere identificato e immediatamente eliminato per tornare allo stato di quiete. Il responsabile molte volte però è interno. Allora, per negare il conflitto sociale e per attenuare la colpa della società, viene ideata una teoria del complotto. 

complotti
gadgetblog.it

La società di massa decide di credere a questo tipo di spiegazione perché è una società liquida (come ci ha insegnato il buon Bauman).  Ha perso i propri punti di riferimento, non ha valori consolidati, è bombardata da varie versioni di ogni fatto, è vittima della propria ignoranza.

E soprattutto una teoria del complotto è più affascinante della realtà.

Quindi, perché credere che la terra sia quella descritta da Aristotele, Tolomeo, Copernico, Galileo ( i cui scritti sono stati dei falsi creati da potenti che vogliono farci credere che esistono dei pianeti) , quando l’Elite globale che governa il mondo è perfettamente al corrente che la terra è piatta e vuole nascondere tutto ciò ai cittadini onesti?

Secondo i terrapiattisti la terra è un disco piatto e immobile, di cui il polo nord è il centro del disco e il polo sud, il suo bordo. L’Antartide non è un continente, ma un anello di ghiaccio che contiene gli oceani. Il cielo è una cupola che copre la terra e le stelle sono disegnate in cielo ma in realtà non esistono come corpi celesti.

Qui per i vari approfondimenti ed esperimenti che sosterrebbero questa tesi.

E a chi si dovesse trovare una lucertola sul balcone, non fatele del male, potrebbe essere Obama, Beyonce, Katy Perry o la Regina Elisabetta che vi si presentano nella loro forma reale di rettiliani.

I rettiliani sono degli alieni, provenienti dalla costellazione del Draco, che si sarebbero mischiati con gli umani in tempi antichissimi, allevandoli per un solo scopo: quello di dominarli. Sono dei mutaforma, che si manifestano a noi nella loro forma umana. Qui il certificato di nascita di Obama falsificato, che prova la sua provenienza aliena.

Nella lista sono presenti anche le lobbies omosessuali che vogliono impiantare microchip nelle persone per farle diventare gay. è la teoria dei gender, nata in ambito cattolico, secondo la quale questa lobby nasconde un progetto segreto, cioè vuole distruggere la famiglia fondata sull’ordine naturale. Qui forse, più che nel campo complottistico e cospirazionista ci troviamo in quello “razzista”.

complotti
lapresse.it

Perché i gay, le lesbiche, i trans o chiunque voglia avere un’identità sociale diversa da quella biologica è diverso. E il diverso da fastidio, irrita, fa paura, deve essere etichettato.

È d’obbligo citare anche i no-vax. Dopo anni e anni di studi, di menti, di scienza, di vite salvate, i tuttologi internettiani (leggi madri in preda a stati di ansia compulsiva) hanno scoperto che i vaccini uccidono e fanno ammalare i bambini.  Qui per gli ultimi aggiornamenti. Qui per una completa informazione.

C’era chi cantava che è l’ignoranza che crea la violenza, è l’ignoranza che crea l’intolleranza. Io vorrei aggiungere che  l’ignoranza crea anche la demenza. E che per la paranoia non esistono vaccini, altrimenti li avremmo immessi nell’aria per vivere in una società meno ansiosa e più felice.

Nel frattempo basta informarsi leggendo o ascoltando notizie vere. Per notizie vere si intende teorie dimostrabili con metodi scientificamente efficaci ed oggettivi e non giustificabili con: – “Ah vabbé, se non ci credi allora anche tu fai parte del complotto!!” oppure “Fatti prendere in giro“-.

Luna Riillo

Rispondi