Alla scoperta dell’Acquario di Genova!

Alla scoperta dell’Acquario di Genova!

Oggi presentiamo una delle eccellenze italiane che sicuramente tutti ci invidiano: l’Acquario di Genova.

Perché l’acquario di Genova è così speciale?

Perché si tratta dell’acquario più grande d’Europa, con una superficie espositiva che raggiunge i 27.000 mq, con i suoi 12.000 animali al suo interno, tra pesci, foche, pinguini, serpenti e molto altro, con ben 200 specie vegetali e una marea di emozioni e sensazioni, che lasciano sicuramente con il fiato sospeso e l’espressione affascinata.

A chi si rivolge?

L’acquario di Genova è rivolto proprio a tutti: a bambini, ragazzi, studenti e adulti.
La vasta gamma di laboratori interattivi, di esperienze dirette con gli animali – rivolti in particolar modo ai più piccini – di aree espositive curate al dettaglio, con ambientazioni ad hoc, grazie al complesso di luci per definire la profondità delle acque, che si tratti di un abisso, o di un fiume, sorprendono ed emozionano perfino i più grandi.

Cosa si può ammirare al suo interno?

 

Vasche dei delfini, presenti all'Acquario di Genova
Vasche dei delfini, presenti all’Acquario di Genova

L’acquario di Genova offre un articolato sistema di strutture, in grado di regalare esperienze singolari.

Suggestiva è sicuramente la zona dedicata all’acquario, un insieme di vasche, osservabili da qualunque prospettiva, al cui interno danzano pesci dai toni allegri, foche, delfini, ma anche squali, piranha e altri predatori.

In una scenografia a parte poi, si possono osservare i pinguini, nella loro simpatia, e le leggiadre meduse, nel loro corso di vita, crostacei e piante che abitano i fondali.

Vasca delle meduse, presente all'Acquario di Genova
Vasca delle meduse, presente all’Acquario di Genova

Recentemente poi, sono state realizzate le vasche dei delfini, dove si possono contemplare i bellissimi mammiferi nelle loro esibizioni, sia dall’esterno che dall’interno, dall’alto che dal basso.

Particolare è anche la riproduzione delle tipiche ambientazioni tropicali: camminando e adattandosi ad un clima umido, per non dire molto umido, tipico di tali zone, si scoprono piante, tartarughe, serpenti e altri animali nella loro bellezza.

Una delle tante vasche dedicate ai pesci, presente all'Acquario di Genova
Una delle tante vasche dedicate ai pesci, presente all’Acquario di Genova

Il complesso dell’acquario di Genova, inoltre, offre al pubblico la possibilità di visitare il più grande e innovativo museo marittimo del Mediterraneo; il Sommergibile Nazario Sauro, la prima nave museo d’Italia, visitabile in mare; il Museo Nazionale dell’Antartide, dove, attraverso filmati, ricostruzioni e reperti, ci si può immergere nel mondo dei ghiacci; la Biosfera, una “goccia” di vetro e acciaio, sospesa sull’acqua, che permette di entrare nell’ambiente tropicale e godere del suo complesso floreale e faunistico; per non bastare, poco distante, si trova l’ascensore panoramico, di un’altezza pari a 40 metri, dove poter osservare a 360° la città che ospita l’acquario più grande d’Europa.

L’acquario di Genova, come si può notare, è una forza, una forza che deve essere raccontata, per far da modello a tutti quei siti culturali che invece vengono troppo spesso trascurati. 

Sara Erriu

Rispondi