La nuova sfida dell’umanità: adattarsi

Mai come al giorno d’oggi capiamo cosa vuol dire adattarsi.

 

In una società in continuo cambiamento, in continua fibrillazione, in cui studi, giri come una trottola per trovare te stesso e formarti, proprio quando credi di essere arrivato al punto d’arrivo, quando sei determinato a vivere in un certo modo, a credere e a consumare i tuoi anni dietro ad una passione che sai non ti tradirà mai, capisci che ti trovi solo al punto di partenza, perché è proprio quando hai le idee chiare in testa che devi cambiare, che la società, o la gente attorno a te, chiede altro. Non servono più solo i tuoi diplomi, le tue inclinazioni, i tuoi interessi, tutto ciò che serve è la voglia di lavorare e di mettersi in gioco, di riuscire a trovare soluzioni in tempo reale, di sapersi arrangiare con ciò che si ha a disposizione, di sapersi adattare ad ogni situazione, ad ogni persona, ad ogni richiesta. E devi essere razionale, per nulla emotivo, non devi avere crolli d’umore, né di forza, devi essere una macchina, pronta per agire in qualsiasi momento.

Soft skills
Soft skills

Non sono solo le competenze, le conoscenze che si sono acquisite in un corso di studi, a contare, oggigiorno, si ricercano le cosiddette soft skills (abilità personali) nel mondo del lavoro.

Per convincere un direttore a inserirti nel suo team, devi possedere un’ottima dose di motivazione, di fiducia in te stesso, devi essere flessibile, meticoloso e ordinato, intraprendente e molto resistente allo stress, devi avere eccellenti capacità relazionali e comunicative,  oltre ovviamente, comprovate competenze tecniche, insomma, è necessaria una formazione a 360 gradi.

In un mondo in cui tutto è sempre maggiormente complesso e rapido, le richieste diventano sempre di più, le persone devono essere perfette, lucide, mai deboli o abbattute, sempre col sorriso e perché no, anche simpatiche ed eccentriche. Tutto deve essere a regola d’arte per avere dipendenti o manager forti, equilibrati, senza alcuna inclinazione a cedere, anche di un solo passo.

E come dare torto, la società, così come si sta sviluppando, ha bisogno di questo genere di persone, crisi e difficoltà all’ordine del giorno devono essere affrontate in modo combattivo e razionale, altrimenti si fallisce, le aziende chiudono e non si progredisce.

Questa, credo, sia la nuova sfida dell’umanità, per sopravvivere bisogna tenersi aggiornati continuamente, accettare nuovi esami  o prove con coraggio e ambizione, andare a caccia di idee e di stili di vita, e confrontarsi con gli altri, per migliorarsi e arricchirsi, a livello professionale e personale, insomma, dobbiamo vivere sempre con spirito giovanile, chi non si adatta fallisce.

Sara Erriu

 

Rispondi