Dunkirk: nuovi dettagli sul war movie di Christopher Nolan

In attesa di un nuovo trailer, il regista parla del suo nuovo film, Dunkirk.

Christopher Nolan tornerà quest’anno al cinema con la sua nuova opera, Dunkirk. Ispirandosi a fatti realmente accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale, il celebre regista affronterà per la prima volta un genere molto particolare.

Dunkirk
La quiete prima della tempesta in Dunkirk

L’ultima edizione degli Oscar sembra aver confermato, se ancora ce ne fosse bisogno, una caratteristica tipica del cinema americano: la passione per i film di guerra. I cosiddetti “war movies”.

Registi, e ancor prima produttori, non hanno mai smesso di credere in storie (vere o presunte tali) che per protagonisti avessero eroi di guerra. Una guerra particolarmente crudele e atroce. Le più rappresentate? Vietnam, Prima e Seconda Guerra Mondiale.

Se è vero che pochi giorni fa La battaglia di Hacksaw Ridge non ha portato a casa molti dei premi per cui era nominato (aggiudicandosi “solo” il miglior sonoro e miglior montaggio), è altrettanto vero che è l’ennesimo film appartenente al genere war movie a conquistare critica e pubblico. Genere che sembra aver affascinato uno tra i più popolari e talentuosi cineasti in circolazione che, seppur britannico, ha sfornato capolavori per le grandi major americane. Stiamo parlando di Christopher Nolan (Il cavaliere oscuro, Inception).

Il film

Il regista di veri e propri cult quali Memento e Interstellar porterà la sua idea di cinema all’interno di territori da lui inesplorati, raccontando quindi una vicenda che ebbe luogo durante la Seconda Guerra Mondiale.

Lo svolgersi degli eventi in modo non lineare, il gioco continuo tra realtà e illusione (le caratteristiche dello stile “nolaniano”) saranno a servizio di una storia che già di per sé ha molto da raccontare. Il film, che si ispira ad eventi realmente accaduti, sarà incentrato sui giorni dell’evacuazione della città di Dunkerque (Francia) in seguito all’invasione delle truppe tedesche e sarà composta da diverse linee temporali per raccontare al meglio vicende e personaggi.

Nuovo film, stesso stile

Famoso per la grande riservatezza riguardo ai suoi film in uscita, Christopher Nolan ha da poco rilasciato un’intervista per la rivista francese Premiere, rivelando qualche informazione in più sulla sua ultima fatica:

“Il film è raccontato da tre punti di vista. L’aria (gli aerei), la terra (la spiaggia) e l’acqua (l’evacuazione dell’esercito). Per i soldati coinvolti nel conflitto gli eventi si svolsero in tempi diversi. Sulla terra alcuni rimasero bloccati sulla spiaggia per una settimana. Sull’acqua gli eventi durarono al massimo un giorno, mentre sugli aerei diretti a Dunkirk il carburante permetteva un’ora di volo.”

Nolan ha poi aggiunto “Per raccontare tutte queste versioni della storia, ho dovuto mescolare gli strati temporali. Da qui la struttura così complicata, anche se la storia, ancora una volta, è molto semplice.”

A dar vita ai personaggi ci sarà un cast d’eccellenza: Tom Hardy, Kenneth Branagh, Cillian Murphy e, per la prima volta sul grande schermo, Harry Styles (membro degli One Direction). Il film uscirà nelle sale americane il 21 luglio 2017 e in Italia il 31 agosto dello stesso anno.

Alberto Mancuso

Rispondi