Real Madrid contro Barcellona: El Clasico si giocherà a Miami quest’anno.

Barcellona e Real Madrid si affronteranno quest’estate a Miami in un’amichevole pre-stagionale.

 

Oltre alla storica rivalità tra club, El Clasico è anche l’opportunità di vedere contro due dei più forti giocatori di sempre: Cristiano Ronaldo e Messi.

L’evento.

El Clasico si terrà fuori dalla Spagna per la prima volta in 35 anni, quando Miami ospiterà due delle più grandi squadre del calcio mondiale. Il match sarà parte dell’International Champions Cup, un torneo annuale pre-stagionale che si disputa dal 2013. L’evento è in programma per il 29 Luglio e sarà giocato all’Hard Rock stadium – capacità 65.000 posti – casa della franchigia NFL dei Miami Dolphins. L’ultima volta che un incontro tra Real Madrid e Barcellona venne disputato fuori dalla Spagna fu nel 1982, quando le due squadre si incontrarono in Venezuela.

La International Champions Cup.

Il Real Madrid farà registrare la sua quinta apparizione nella ICC e ha già vinto la competizione tre volte in Stati Uniti, Cina e Australia. Per il Barcellona sarà invece la terza apparizione consecutiva nella ICC; il suo torneo del 2016 lo vide anche sconfitto 4-0 contro il Liverpool. Quella partita registrò il secondo numero di spettatori più alto nella storia dello stadio di Wembley (89.845).

Le ragioni strategiche ed economiche.

Il Barcellona ha tra le priorità quella di innalzare il proprio profilo in America; ha infatti aperto un ufficio a New York e una academy per giovani a Charlotte, North Carolina lo scorso anno, aggiungendola ad una già esistente a Miami.

Le academies del Barcellona presenti in tutto il mondo: i blaugrana vogliono esportare il proprio marchio e la propria identità anche al di fuori della Catalogna.

Il direttore marketing del Barça, Manuel Arroyo, sta cercando di fare la storia con El Clasico di Miami quest’estate. “Credo che oggi stiamo scrivendo un capitolo cruciale nella storia del calcio negli Stati Uniti, dal momento che questo match sarà una grande opportunità per promuovere questo gioco nel Paese” ha dichiarato in un comunicato.

“Si tratta di qualcosa che speriamo di raggiungere noi del Barcellona e la recente apertura del nostro ufficio a New York lo dimostra”. “Il match del 29 Luglio non sarà soltanto un’amichevole, ma molto di più: è una partita che appassiona sempre e che tutti i tifosi dovrebbero potersi godere, specialmente a Miami”.

Malati di “americanismo”.

Non molto tempo fa il quotidiano spagnolo Marca aveva lanciato, non so quanto provocatoriamente, l’idea di una partita amichevole tra le superstar del calcio europeo. L’incontro sarebbe stato creato sul modello All Star Game, amichevole cestistica che ogni anno prende parte in America verso la metà di Febbraio. Si poteva immaginare di dividere a metà l’Europa lungo l’asse longitudinale, e creare così i due schieramenti: da una parte il Nord, composto da giocatori di Premier League, Bundesliga e Ligue 1. Dall’altra il Sud, con le superstar di Liga, Serie A e Primeira Liga Portoghese. Unico limite: al massimo tre rappresentanti per club.

A distanza di un mese, l’idea sembra esser stata raccolta e parzialmente modificata per creare un evento che richiama al Super Bowl, la partita di NFL più seguita al mondo. E quale miglior partita per attirare il pubblico americano verso un gioco poco conosciuto se non LA PARTITA, Barcellona – Real Madrid?

Potremmo davvero essere di fronte ad una svolta epocale sul piano sportivo e non solo: far ammalare gli americani di americanismo non è più un’utopia.

Il testo di questo articolo è stato prelevato e tradotto dal quotidiano britannico Daily Express.

Luca Guerri

Rispondi