La Galleria internazionale della Scienza approda a Venezia!

La Galleria internazionale della Scienza arriva in Italia!

Ormai, quasi per una forma di rassegnazione abituale, ci si ritrova al lavoro, seduti in un bar, nelle università, nei centri pubblici, a discutere circa gli ultimi rivolgimenti politici o, comunque, di tutto ciò che ci indigna e non ci rende soddisfatti del nostro Paese.

Praticamente ogni giorno, purtroppo, veniamo a sapere che sono stati eliminati siti di cultura e attività formative, o peggiorati servizi fondamentali, i quali fanno sì che la nostra bella Italia, per l’ennesima volta, arretri di un passo nel panorama europeo.

Oggi, tuttavia, facciamo uno strappo alla regola: presentiamo un progetto che, al contrario, potrebbe ampliare gli orizzonti culturali del nostro Paese, a livello – perché no? – anche mondiale e, una volta tanto, dare all’opinione pubblica qualcosa di positivo da commentare.

Rendering Galleria internazionale della Scienza Venezia

A partire dal nuovo anno, l’Italia, più precisamente Venezia, prospetterà ufficialmente la realizzazione di una Galleria internazionale della Scienza, un luogo di cultura, dove,  in un’area espositiva di ben 600-700 metri quadrati (destinata a sorgere nella zona portuale di San Basilio), studenti, ricercatori e artisti di tutto il mondo potranno incontrarsi, osservare, discutere e confrontarsi su progressi scientifici, esperimenti, opere artistiche e innovazioni tecnologiche, al fine di ampliare la propria sfera conoscitiva.

L’atto che darà concretamente il via al progetto, nato nel 2008 a Dublino nell’ambito del Trinity College, sarà un bando internazionale per la selezione del direttore dello stesso, mentre l’apertura fisica della Galleria è prevista per il 2019.

Rendering Galleria Internazionale della Scienza Venezia

La Science Gallery italiana, al pari di quelle già esistenti a Londra, Dublino, Bangalore e Melbourne, è paragonabile ad un museo e ad un laboratorio a livello internazionale, dove, attraverso esposizioni temporanee, i visitatori potranno esaminare e scoprire sempre qualcosa di nuovo e originale. L’ingresso sarà sempre gratuito e ciò contribuirà senz’altro al successo dell’importante iniziativa.

Una caratteristica sicuramente importante del sito di nuova progettazione, è la presenza di un network coeso, attivo già dal 2017, dove si condivideranno particolarità e novità dall’universo della scienza e dell’arte, su scala globale e virtuale: lo scopo è quello di coinvolgere prima di tutto i giovani e le università, e diventare il punto di riferimento cittadino per la creatività, motore dell’innovazione.

Sara Erriu

 

Rispondi