Un nuovo impegno mediatico: Io leggo e tu?

Io leggo e tu? Non è una semplice domanda ma…

In un momento in cui i social network e i media in genere rappresentano l’arma più potente per mettere in relazione, avvicinare – anche a distanza di chilometri – stimolare alla condivisione, alla ricerca di ciò che piace ed emoziona, che rende attivi e interconnessi, perché non sfruttare tale palcoscenico per diffondere abitudini sane e culturali?

Tale riflessione è stata fatta anche dal Ministro dei beni culturali Dario Franceschini e dai direttori dei principali canali televisivi italiani quali Mediaset, Sky, Rai, La7, Tv 2000, Discovery Italia.

Insieme infatti, queste grandi personalità hanno deciso di attivarsi, di utilizzare proprio i mezzi di comunicazione mediali per promuovere qualcosa di molto importante, per non dire fondamentale, di impegnarsi nella promozione di un’abitudine culturale, in grado di arricchire su più fronti, la lettura, poiché la lettura rappresenta un genuino metodo per conoscere, arricchirsi, fare nuove esperienze, emozionarsi.

Leggere significa viaggiare con la mente, sviluppare nuove facoltà intellettuali, scoprire nuovi mondi, in modo interessante, coinvolgente, anche divertente. Leggere è una pratica quotidiana ottima per crescere e comprendere la società, gli altri e se stessi, è lo strumento più efficace per sviluppare riflessioni ed esplorare nuovi punti di vista, è per questo motivo che la lettura deve essere tutelata e diffusa il più possibile.

Le grandi qualità che possiede la lettura e la letteratura hanno spinto a realizzare la nuova campagna pubblicitaria “Io leggo, e tu?. Si tratta di un impegno volto a offrire una vasta gamma di iniziative pensate per i più piccini, per i ragazzi e gli adulti; un insieme di proposte che hanno l’obiettivo di avvicinare, coinvolgere e informare i fruitori dei servizi multimediali al mondo della lettura. 

Le proposte riflettono innanzitutto l’idea di realizzare uno spazio aperto, libero, interattivo, dove poter condividere e accrescere l’amore per la lettura e la letteratura in genere. Attraverso maggior impegno nel proporre servizi per valorizzare iniziative culturali a favore della lettura, occasioni per incontrare autori e commentare opere di indiscusso successo, il Ministro Dario Franceschini crede di poter diffondere l’importanza della lettura nella vita di tutti, o almeno di dare coscienza di quanto la lettura e la letteratura siano fondamentali, per non dire necessari per il bene di tutti.

Sara Erriu

 

 

 

Rispondi