La musica come passatempo?

La musica come il calcio?

“La musica aiuta a non sentire dentro il silenzio che c’è fuori” diceva J.S.Bach. Se per molti questa può sembrare solo una frase da “cioccolatino” per molti assume un significato ben più profondo. Può essere solo un passatempo?

La musica è un turbinio in continuo movimento di sentimenti nascosti.
Una bufera di emozioni

Studi su passatempi.

Molti paragonano l’attività dello studio di uno strumento musicale ad attività sportiva, ma le due cose sono diverse. Ognuno ha il diritto di vedere attraverso i proprio occhi un mondo bello, e per bello non s’intende il cielo azzurro e il mare, ma si parla di soddisfazioni, di traguardi e di amore.

Queste parole sono pesanti e per ogni persona hanno significati diversi. Cos’è l’amore? Quali sono i traguardi e quali sono le soddisfazioni? Domande che portano ad una riflessione profonda dove tutte le risposte solo soggettive. La musica per molti è passatempo, sottofondo, aiuto e sostegno, ma solo? No, ma purtroppo viene spesso sottovalutata, viene associata alla suoneria del cellulare che infastidisce, alle canzoncine che accompagnano la spesa quotidiana e agli irritanti segmenti di canzoni che suonano in loop durante l’attesa di chiamata.

Il silenzio che serve.

Cosa intendeva quello strano compositore del 600? Johann Sebastian Bach, conosciuto da tutti per essere stato uno dei musicisti più raffinato e progressista nella storia della musica, con quella frase ha voluto provare a spiegare alcune sue sensazioni. In primis quanto la musica possa aiutare. Diversi studi hanno dimostrato quanto stimoli l’apprendimento e faccia bene al cervello.  Si notano diversi miglioramenti a livello scolastico di rendimento in tutte le materie, anche se entra in testa più facilmente da giovani. 

Un’altra domanda facile da porsi è: cos’è la musica? La musica è l’ amico più intimo, quello capace di ascoltare e di confortare, quello che c’è sempre e sa esattamente di cosa si ha bisogno. Mentre il silenzio a volte può spaventare lasciando libera la mente di elaborare concetti e viaggiare, la musica vive attraverso questo. Nel silenzio nascono cose impressionanti, da una foglio bianco nascono parole, frasi, libri. Il silenzio da alla luce melodie che accompagnano lunghissimi periodi e moltissime generazioni. Non esiste musica senza silenzio, esattamente come non esiste vita senza una buona colonna sonora. https://www.youtube.com/watch?v=9LHk2GDs-0U

Rossella Arcangeli

Rispondi