Maria De Filippi ha conquistato tutti a Sanremo

Il fascino della signora di Mediaset ha vinto in casa Rai

Il sessantasettesimo Festival della musica italiana si è concluso sabato scorso con la vittoria di Francesco Gabbani e ascolti da record. Basti pensare che la prima serata di martedì ha registrato uno share del 50,4%. E non può essere un caso dato che proprio martedì scorso abbiamo assistito al debutto di Maria sul palco dell’Ariston. Senza concentrarci troppo sulla statistica, bisogna riconoscere che la sua presenza ha rivoluzionato lo spettacolo sanremese.

Maria e Carlo si siedono sugli scalini dell'Ariston
Carlo e Maria seduti sui celebri gradini dell’Ariston

La rivoluzione della semplicità

Così si potrebbe riassumere la sua partecipazione, come lei stessa ha voluto definirla in conferenza stampa, al Festival. Da quando ha sceso le scale la prima serata, ha espresso immediatamente la sua naturalezza vincente. Perché la celebre scalinata dell’Ariston Maria non l’ha proprio percorsa. Ha preferito sedersi sul secondo scalino, con al suo fianco Carlo, quasi volesse ritrovare l’atmosfera di casa. E’ stata così accantonata la tradizione che vedeva scendere dalle scale soubrettes e vallette con la camminata da primadonna. E da primadonna Maria non ha voluto nemmeno i vestiti, solo pochi cambi d’abito per lei. La sobria eleganza di cui si è vestita, ha rispecchiato perfettamente il suo modo di fare.

Così, con la voce ancor più graffiata dall’emozione e gli occhi brillanti, ha mostrato il gusto di far spettacolo. Ricostruendo la bellezza dello spettacolo autentico della televisione genuina, quella televisione chi si è persa negli anni lasciando un’amara nostalgia. Malgrado le polemiche di cui si circonda sempre Sanremo, non si può negare la spontaneità che Maria ha trasmesso. Con la caramellina sempre in bocca e l’apprensione per la diretta, ha reso più dolci anche le imperfezioni dello show.

E con le sue parole e i suoi gesti mai fuori luogo, non ha dato modo ai malumori di alimentarsi. Tra le altre cose, ha difeso saggiamente Diletta Leotta dall’attacco di Caterina Balivo.

Durante la terza serata è intervenuta nella scenetta di Luca e Paolo, pronunciando poche parole ma estremamente efficaci: “Mi fanno paura gli uomini che non capiscono che amare una donna, significa innanzitutto amare la sua libertà”. Questo è ciò che ha detto, comunicando tutto il senso del rispetto che dovrebbe caratterizzare ognuno di noi.

L’arte dello spettacolo, l’arte dell’intrattenimento

Al fianco di Carlo Conti, con il quale ha ammesso di avere una grande empatia, Maria ha divertito ed emozionato. E’ stata al gioco ed ha dimostrato di avere spirito d’ironia. Non ha mai peccato di presunzione nel suo ruolo e ha messo al primo posto la musica. Questi sono gli elementi su cui si deve fondare il festival e forse questi sono anche i segreti del successo di Maria. L’estremo senso di misura con cui ragiona, la sua umana compostezza e la sua composta umanità. Queste sono le componenti che rendono degna e pura l’arte dello spettacolo e dell’intrattenimento.

Maria e Carlo fanno le "Facce da Sanremo"
Le “Facce da Sanremo” di Maria e Carlo

Sanremo è per tutti

Lascio la polemica vuota e la critica inutile a chi non sa cogliere l’emozione dello spettacolo e a chi non riesce a farsi coinvolgere dalla bellezza in ogni sua forma artistica. Sebbene la signora della tv non voglia tutte le attenzioni su di lei, questo Sanremo è stato anche suo. Perché privandolo di ogni perfezionismo costruito e artificioso, ha eliminato ogni preconcetto delle donne sul palcoscenico. E soprattutto, ha ridato la voglia di pensare che Sanremo è ancora per tutti.

Carola Varano

Rispondi