Muore lord Snowdon, l’ex marito della principessa irrequieta.

Il loro matrimonio è stato simbolo di modernità.

Londra-È scomparso 48 ore fa, all’età di 86 anni, l’ex cognato della regina Elisabetta II, Lord Snowdon.
Sposando Margaret, la principessa vivace e dalla vena ribelle, Antony Charles Robert Armstrong-Jones si assicurò non solo l’amore incondizionato di una delle ragazze più chiacchierate ed amate degli anni ’60, ma anche il titolo di “Conte di Snowdon”, un onore non da poco vista la sua classe d’appartenenza. Proprio la sua posizione sociale fu il motivo della densa nebbia di ostilità e conservazione che si era creata attorno al loro matrimonio; era inconcepibile che la sorella della sovrana d’Inghilterra stesse per sposare un “commoner”, qualcuno a cui non scorreva sangue blu nelle vene.

Antony era figlio di un avvocato e di professione faceva il fotografo professionista, i suoi lavori sono ancora oggi molto apprezzati. La raffinata eleganza, elemento inconfondibile dei suoi scatti, è stata gradita anche dalla stessa Royal family che lo aveva assunto in svariate occasioni. Era stato proprio lui ad occuparsi dei ritratti fotografici dei giovani Elisabetta II e Filippo di Edinburgo ai tempi della loro trasferta in Canada (1957). Tra i suoi lavori ricordiamo anche i ritratti del celebre cantante David Bowie.

Nonostante il suo talento, Antony Charles Robert Armstrong-Jones faticò per ottenere il permesso di prendere in moglie Margaret di Windosor. Quando la regina, legatissima alla sorella, benedì le nozze, fu subito una gioia. Con questo matrimonio non si sancì soltanto l’unione di due anime ma si dichiarò il legame tra la Corona e la modernità.
Per la prima volta in 450 anni, un diretto successore della Corona d’ Inghilterra sposò un comune cittadino. La storia narra che Margaret di Windsor, poi duchessa di Snowdon, è sempre stata una donna autonoma, creativa, moderna ed esageratamente di ampie vedute. Non è un caso, quindi, che sia toccato a lei il taglio del nastro che separava la nobiltà dai cittadini.

Nonostante i buoni propositi, la storia tra il lord e la sua consorte non andò a buon fine. Divorziarono nel 1978 dopo l’ennesimo scandalo per adulterio.
Si vocifera che Margaret non abbia mai dimenticato il grande amore della sua vita, l’eroe di guerra Peter Townsend, che non aveva potuto sposare, ironia della sorte, per via di alcuni cavilli di impostazione conservatrice che limitavano l’autonomia decisionale della Corona.

Eleonora Postai

Rispondi