Ricetta veloce per il Metodo Stamina

Ecco gli ingredienti per ottenere il Metodo Stamina

photo credit: Quotidiano Piemontese

.. E servirlo al tuo pubblico in maniera efficace.

Presentati come un medico: le persone dovranno affidarsi a qualcuno e quel qualcuno sarai proprio tu. Anche se ti sei laureato in Scienze della Comunicazione e la tua preparazione universitaria non ha nulla a che vedere con la medicina, ti hanno comunque nominato dottore, no? D’altronde dottore, medico.. Due termini che indicano la stessa cosa. Ecco, ecco.. Sarai il Dottor Vannoni. Tutti si fideranno.

Trova una o più malattie incurabili, che preferibilmente colpiscono bambini. Lesioni spinali, ictus, paralisi cerebrale, sclerosi multipla, scleorosi laterale amiotrofica, morbo di Parkinson: queste possono andare bene.

Elabora una cura, possibilmente rifacendoti agli studi della comunità scientifica, dando una leggera parvenza che questo metodo non sia totalmente sconosciuto e inaccettabile. Insomma, inietta il beneficio del dubbio anche nelle menti più accreditate. Sì, perché le terapie a base di cellule staminali sono le più promettenti per il futuro, ma anche le meno proiettabili sul piano clinico.

Sforna questo metodo, dandogli un nome che risalti agli occhi dei malati terminali e dei loro parenti – e, perché no, anche agli occhi dei media -. Chiamalo Metodo Stamina.

Ora rivolgiti alle vittime, che altro non hanno che la speranza, e sfruttala. In primis di’ loro che il metodo è gratuito, poi chiedigli sottobanco una somma di denaro – chiamala offerta – di 20/30mila euro. Tanto queste persone sono le tipiche che risparmiano tutta la vita in attesa di qualcosa, qualcosa che salvi la vita ai propri figli. Sempre in nome di quella cosa là, la speranza.

Dopo aver impastato questi ingredienti, trova un mezzo. Trova qualcuno che creda nella tua storia. Non parlo delle vittime o dei familiari, loro sono solo formiche. Parlo di una bella lente d’ingrandimento che ingigantisca queste formiche e le faccia rimbalzare su tutte le televisioni italiane. Che ne dici de Le Iene? Giulio Golia, poi, è perfetto: è uno degli inviati più seguiti, ed anche uno dei più sensibili a questi temi. Ci cascherà, come ci cascheranno tutti.

Manifestanti Pro Stamina in seguito alle accuse mosse a Vannoni

Perfetto: ora il Metodo è ben consolidato.. O quasi.

Ecco cosa succede: la comunità scientifica cerca di dire la propria, negando l’autorità di Vannoni – e citando le cause mosse in passato da pazienti che da questa cura miracolosa avevano tratto ben altro che benefici-. Vannoni viene accusato di frode scientifica, per aver usato immagini improprie nella domanda di brevetto, e si scopre che è necessario rivolgersi ad una multinazionale farmaceutica, la Medestea, per accedere ai trattamenti. Insomma, dopo una serie di battaglie in tribunale, la comunità scientifica boccia il metodo, ritenuto privo di validità scientifica.

Torniamo alla ricetta: dato che hai creato una bella base solida, la torta ormai è fatta.  Infatti, ad oggi – 28 aprile 2017 – stavi per raggiungere Santo Domingo e continuare a somministrare il tuo Metodo laggiù. A pazienti italiani.

Nonostante fossi uscito dal maxi processo di Torino, a marzo 2015, patteggiando 22mesi di reclusione per aver rinunciato a qualsiasi iniziativa di rilancio di Stamina, tu, caro lupo, non hai perso il vizio. E, nonostante siano passati ben 7 anni dal principio di questa storia, le persone non hanno mai perso la speranza.

Chiara Manetti

Rispondi