Stephen King: un autore… da urlo!

Stephen King: un autore… da urlo!

 

Da poco ci siamo occupati di It, il famoso libro di Stephen King da cui è stata ricavata l’altrettanto nota trasposizione cinematografia, ed ora non possiamo fare a meno di presentarvi meglio la biografia e lo stile di quest’autore intramontabile.

Stephen King ha festeggiato i suoi 70 anni il 21 settembre scorso. Come sapranno bene i suoi fan, egli è considerato uno dei più celebri scrittori, se non appunto il king, della letteratura fantastica e horror: i suoi ormai innumerevoli romanzi e racconti, dall’impronta dichiaratamente immaginaria, sono diventati un vero e proprio cult, anche in virtù dello stile che contraddistingue le opere dell’autore statunitense, stile caratterizzato da un’eccezionale scorrevolezza del testo e da periodi di facile lettura, che favoriscono la presa della trama sul lettore.

Le sue storie sono “magiche”, intrise di mistero, paura e follia, ma sempre aderenti ad una realtà narrata con cura, fin nei minimi dettagli: non a caso di Stephen King si dice che immetta “la verità dentro le bugie”.

Stephen King
Stephen King

Tra i suoi titoli (ormai oltre ottanta), si possono citare Carrie (1974), il primo romanzo in assoluto, Le notti di Salem (1975) e Shining (1977), i quali hanno riscontrato un enorme consenso di pubblico, dimostrato dalla vendita di milioni di copie e dalle loro frequenti trasposizioni cinematografiche nel corso del tempo.

Per chi conosce già la vita del famoso scrittore, non è difficile ritrovare nei contenuti dei suoi scritti alcuni elementi o episodi della sua stessa vita, in particolare della sua infanzia, tormentata da eventi traumatici quali l’abbandono da parte del padre, un periodo di malattia che lo costrinse in casa per mesi, nonché la morte di un compagno di giochi: proprio in relazione a quest’ultimo, la presenza di bambini in molti dei suoi romanzi pare essere una conferma del segno indelebile che tale fatto lasciò sul suo animo e sulla sua immaginazione di scrittore.

Stephen King
Stephen King

Anche l’età adulta di Stephen King non fu del tutto scevra da difficoltà. Oltre ai problemi economici che lo angustiarono prima del successo, non furono poca cosa i sette interventi chirurgici e la lunga riabilitazione in seguito all’investimento da parte di un pirata della strada; per non parlare della sua dipendenza da alcol e droga, durata fino agli anni ’80: il personaggio dello scrittore alcolizzato di Shining è indubbiamente un’ulteriore prova del fatto che molti dei suoi protagonisti non sono figure casuali; tutti, comunque, sono persone comuni, spesso con esistenze devastate, che dalla vita non si aspettano nulla o che, all’opposto, si aspettano troppo e saranno infelici.

Per concludere, se questo articolo avesse suscitato in voi il desiderio di approfondire l’argomento, vi invito a leggere il saggio autobiografico On writing di S. King, in cui lo stesso autore ricostruisce la propria carriera, soffermandosi in particolare sui suoi inizi, con gustosi aneddoti e spezzoni della sua vita.

Sara Erriu

 

 

 

 

Rispondi