Super Bowl LI: quando il resto non conta.

 

Come si chiama l’incontro tra pubblicità, sport e spettacolo? Super Bowl.

 

Pochi giorni ci dividono ormai da quello che è stato ampiamente definito “l’evento sportivo più spettacolare dell’anno”. Domenica 5 Febbraio va in onda l’edizione numero 51 del Super Bowl, la partita più importante del campionato NFL.

 

Sarà Brady vs Ryan nella cinquantunesima edizione del Super Bowl.
Sarà Brady vs Ryan nella cinquantunesima edizione del Super Bowl.

La partita

A darsi battaglia a Houston, Texas, ci saranno la sorpresa Atlanta Falcons e i super favoriti New England Patriots di Tom Brady, che in caso di vittoria diverrebbe il quarterback con più titoli della storia, ben 5. Le sue presenze al Super Bowl, 7 con Domenica, sono già invece un record assoluto.

Il match, a discapito delle previsioni dei bookmakers, potrebbe riservare qualche sorpresa in più del previsto: Matt Ryan, QB dei Falcons, ha vissuto la stagione migliore della sua carriera e vuole a tutti i costi portarsi a casa il trofeo. Una cosa invece è certa: i due migliori attacchi di tutta la Lega non faranno prigionieri. Lo spettacolo in zona offensiva è garantito, e per le difese sarà tempo di straordinari. Proprio la solidità difensiva sarà una delle chiavi tattiche della partita: chi riuscirà ad arginare meglio le scorribande degli uomini di Ryan e Brady avrà concretamente l’opportunità di portarsi a casa il Vince Lombardi Trophy.

L’evento mediatico

Il Super Bowl non è solo lanci millimetrici, esultanze bizzarre e placcaggi spettacolari. Il classico halftime show, il mini-concerto che si svolge durante l’intervallo e che vedrà quest’anno Lady Gaga protagonista e Elton John e Beyoncè tra i possibili ospiti, garantisce un buon compromesso tra sport e spettacolo, con buona pace anche del pubblico femminile.

Intorno al Super Bowl, come da copione, numeri e cifre da far girare la testa. Si va dagli oltre 2500 dollari per un biglietto dello stadio ai circa 5 milioni per uno spazio pubblicitario di 30 secondi; dal valore totale delle due squadre in campo di circa 4,5 miliardi di dollari ai circa 160 milioni di spettatori previsti in tutto il mondo.

Un evento nell’evento in pieno stile americano, uno show di oltre 4 ore che per eccezionalità e spettacolarità non può lasciare indifferenti.

L’amicizia Brady-Trump

È ormai nota da tempo l’amicizia che lega il QB dei Patriots e il neopresidente americano. I due sono stati al centro di una polemica recente dopo la notizia di una presunta telefonata di Brady per congratularsi con Trump per la vittoria alle presidenziali. La superstar si è affrettata a dichiarare che i complimenti derivavano però dal loro rapporto di amicizia, e che malgrado ciò non condivide molte delle idee del Tycoon. La presenza di Trump al Super Bowl è incerta, ma è chiaro per chi farà il tifo dal divano della Casa Bianca.

L’America e gran parte del mondo sportivo attende con ansia: Super Bowl LI is coming.

Luca Guerri

One thought on “Super Bowl LI: quando il resto non conta.

Rispondi